Per iniziare ad apprezzare i luoghi e i panorami di Castelbianco è sufficiente una passeggiata per le vie delle sue quattro frazioni.
Perdersi tra i carruggi, ammirare le costruzioni in pietra grigia, fino a trovarsi improvvisamente in un incantevole scorcio verde che incornicia una vista emozionante.
Dopo aver esplorato le stradine di Colletta, si può proseguire la visita ai luoghi di interesse culturale di Castelbianco.
Si trovano diverse chiese e cappellette, tra cui le più importanti sono indubbiamente la Chiesa Parrocchiale di Nostra Signora Assunta, risalente ai secoli XIV-XVII, che si trova nella frazione di Veravo. È in stile barocco e al suo interno è custodito un organo del diciottesimo secolo.
A Vessallo invece, si consiglia una visita alla Chiesa dell’Annunziata, anch’essa in stile barocco, la cui caratteristica sono i due campanili di diverse altezze. Sempre a Vessallo, si trovano anche la Chiesa di San Sebastiano e la Cappelletta di San Lorenzo, mentre a Oresine è interessante la Cappelletta di San Bernardo. Durante la visita potrete anche ammirare i resti del castello che dà il nome a questo borgo, che si trovano su un’altura e consistono in due tratti di antiche mura.
Per chi volesse regalarsi una giornata in riviera, Castelbianco si trova a pochi km dalle spiagge di Albenga e Alassio. Lì potrete fare bellissime passeggiate in riva al mare e poi visitare il suggestivo borgo medievale di Albenga. Poco distante da Albenga, Alassio offre ai visitatori un bellissimo centro storico, tipicamente ligure e sempre fresco. Sempre ad Alassio, troverete un’interessante ex chiesa anglicana, edificata nel 1882, oggi sede ospitante di manifestazioni culturali e concerti, e una biblioteca inglese, che vanta un patrimonio di circa dodicimila volumi.
Tornando nell’entroterra, a Nasino, andate a visitare la Parrocchia di S. Giovanni Battista, restaurata nel 2006, intervento grazie al quale i dipinti e gli affreschi custoditi all’interno sono ritornati alla loro originaria bellezza. Per sperimentare i diversi sapori della tradizione enogastronomica della Liguria, potete cercare i diversi produttori lungo gli itinerari della strada del Vino e dell’Olio e della Valle d’Arroscia,grazie ai quali scoprirete un nuovo bouquet di profumi e gusti sani, distintivi della cultura ligure.
  Colletta Relais
   by Borgo Telematico
  "Non è vero che sulle pietre
  si dorme male"
  Da Gin
  "La "posta" della tradizione"
  Scola
  "Osti in Castelbianco dal 1926"
  La Casa dei Nonni
  "Il buongiorno si vede dalla   colazione"
  A Cà du Ricci
  "La genuinità dalla terra"